• Italia
  • Estero
  • Agevolazioni fiscali
  • Tecnologie

Credito d’imposta per beni materiali 4.0: il limite massimo dei costi ammissibili è annuale

Nella Circolare 14/E pubblicata il 17 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate fornisce una trattazione sistematica delle novità in materia di agevolazioni fiscali contenute nella Legge di Bilancio 2022, al fine di illustrarne il contenuto e facilitarne la lettura. In particolare, l'Agenzia interviene con un commento esplicativo sul credito d'imposta per i beni materiali 4.0, chiarendo che il tetto massimo di costi complessivamente ammissibili fissato dalla norma in 20 milioni di euro, non sia da riferirsi all’intero arco temporale a cui il comma fa riferimento (2023-2025) ma debba considerarsi come un limite annuale.

Credito d’imposta per beni materiali 4.0: il limite massimo dei costi ammissibili è annuale

Nella Circolare 14/E pubblicata il 17 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate fornisce una trattazione sistematica delle novità in materia di agevolazioni fiscali contenute nella Legge di Bilancio 2022, al fine di illustrarne il contenuto e facilitarne la lettura. In particolare, l'Agenzia interviene con un commento esplicativo sul credito d'imposta per i beni materiali 4.0, chiarendo che il tetto massimo di costi complessivamente ammissibili fissato dalla norma in 20 milioni di euro, non sia da riferirsi all’intero arco temporale a cui il comma fa riferimento (2023-2025) ma debba considerarsi come un limite annuale.

Credito d’imposta per beni materiali 4.0: il limite massimo dei costi ammissibili è annuale

Nella Circolare 14/E pubblicata il 17 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate fornisce una trattazione sistematica delle novità in materia di agevolazioni fiscali contenute nella Legge di Bilancio 2022, al fine di illustrarne il contenuto e facilitarne la lettura. In particolare, l'Agenzia interviene con un commento esplicativo sul credito d'imposta per i beni materiali 4.0, chiarendo che il tetto massimo di costi complessivamente ammissibili fissato dalla norma in 20 milioni di euro, non sia da riferirsi all’intero arco temporale a cui il comma fa riferimento (2023-2025) ma debba considerarsi come un limite annuale.

Articoli più popolari

Credito d’imposta per beni materiali 4.0: il limite massimo dei costi ammissibili è annuale

Nella Circolare 14/E pubblicata il 17 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate fornisce una trattazione sistematica delle novità in materia di agevolazioni fiscali contenute nella Legge di Bilancio 2022, al fine di illustrarne il contenuto e facilitarne la lettura. In particolare, l’Agenzia interviene con un commento esplicativo sul credito d’imposta per i beni materiali 4.0, chiarendo che il tetto massimo di costi complessivamente ammissibili fissato dalla norma in 20 milioni di euro, non sia da riferirsi all’intero arco temporale a cui il comma fa riferimento (2023-2025) ma debba considerarsi come un limite annuale.

Leggi di più

Mercato AI in crescita: i benefici dell’Intelligenza Artificiale sulla produttività e sul welfare aziendale

In linea con lo scenario internazionale, il mercato digitale italiano è in forte crescita grazie soprattutto all’impulso proveniente dagli investimenti diretti alla trasformazione digitale. L’Intelligenza Artificiale ha avuto il ruolo di driver tecnologico nel processo di Transizione 4.0: come i principali Digital Enabler, è una tecnologia trasversale ai comparti merceologici dell’ICT (Information and Communication Technology). In questo articolo parliamo della situazione attuale del mercato AI (Artificial Intelligence), delle prospettive future e dei principali benefici che l’applicazione di tale tecnologia è in grado di assicurare.

Leggi di più

Industria 4.0 ed economia circolare: le imprese verso la sostenibilità

L’industria 4.0, oltre a diffondere gli ormai noti applicativi tipici della Smart Factory, è in linea con gli obiettivi di minimizzazione dello spreco, valorizzazione delle risorse e riutilizzo di quelle che apparentemente sembrano aver terminato il proprio ciclo di vita.

L’obiettivo è la creazione di un’impresa totalmente indipendente che non necessita di risorse dall’esterno. Attraverso lo schema dall’economia circolare, basato sulle tre azioni “make, use and recycle” è possibile riutilizzare un prodotto nelle sue diverse componenti, individuando nuove applicazioni.

Leggi di più
Caricamento in corso